WELCOME BACK THE NOTWIST!

notwist, close to the glass, music, review, live music, gig, concert, lifestyle

I am beyond excited to see again the band The Notwist performing live because I am a big fan!

The Notwist are on tour promoting their brand new album “Close to the glass”. A couple of nights ago I was home alone and I had the entire album as background music while working on the blog, and I must say that I liked it! The Notwist are the best at using electronics in such a subtle and delicate way and I  like their songs a lot althought I am definitely not a fan of electronic in music. Although The Notwist’s “Close to the glass” is not a masterpiece like “Neon Golden” (a must have, I adore it!) I like this brand new album just because it is another great example of the band’s amazing way to mix simplicity, minimalism and electronics.
All these elements supported by the introvert voice of the singer, all contribute to create the unusual bittersweet sound that makes the allure of The Notwist along with their mix of experiments, vulnerability, melodies and distorted lullabies.

p.s. The Notwist will be playing live at Circolo Magnolia (Segrate) on 5th April 2014

Sono super contenta di andare di nuovo al concerto dei Notwist perché sono una loro grande fan! 

I Notwist sono in tour per promuovere il loro nuovo album “Close to the glass”. Un paio di sere fa ero a casa da sola e l’ ho ascoltato in sottofondo mentre lavoravo al blog, e devo dire che mi è piaciuto davvero molto. L’aspetto che mi piace di più della musica dei Notwist resta sempre il loro modo di inserire l’elettronica in modo subdolo e delicato così che anche una persona come me a cui proprio non piace possa davvero godersi le loro canzoni. La loro elettronica è presente ma in modo da sostenere la canzone, non ne prende il totale possesso, e questo aspetto mi piace tantissimo.
Anche se “Close to the glass” non è un capolavoro come “Neon Golden” (un must-have, lo adoro!) l’album mi piace proprio perché è un altro grande esempio del modo sorprendente di questa band di mescolare semplicità, minimalismo ed elettronica.
Tutti questi elementi assieme al supporto della voce introversa del cantante, contribuiscono a creare il suono insolito e agrodolce che, con un sapiente mix di esperimenti, vulnerabilità, melodie e ninne nanne distorte rende i Notwist una band davvero fascinosa.

ps. I Notwist suoneranno al Circolo magnolia di Segrate il 5 aprile 2014

1 Comment

Leave a Reply